Fattoria Le Planaie


Vai ai contenuti

Menu principale:


cosa si mangia

La Cinta Senese è una razza autoctona toscana, più precisamente della Montagnola Senese nel comune di Casole d’Elsa (Siena).
Vi sono alcune testimonianze artistiche che testimoniano l’antica origine come l’affresco di Ambrogio Lorenzetti (1319-1347) intitolato “Effetti del buon governo in città e campagna”.
Le carni hanno un colore rosso, con grasso intramuscolare al 3%, tenore ottimale per fornire gusto e sapidità alla carne.
La Cinta Senese ha una percentuale di acidi grassi saturi inferiore rispetto al suino tradizionale (Large White) e quindi contiene grassi più ossidabili (utilizzabili a fini energetici dall’organismo) che vengono depositati nei tessuti adiposi in minore quantità.
Altra qualità della Cinta Senese è l’indice di trombogenicità (colesterolo) che attribuisce differente peso ai diversi acidi grassi in accordo con il loro potere antitrombogenico; naturalmente è bene che sia il più basso possibile, e la Cinta Senese ha un valore più basso della media


Il salume di cinta senese
vi terrà compagnia nell'antipasto


+

CHIANINA
E’ una delle razze più antiche e importanti d’Italia e fra le più diffuse nel mondo. Brada, rustica, forse un tempo dal pelame fulvo, negli ultimi
cinquant’anni è cambiata profondamente, trasformandosi in un bovino alto, possente (è il bovino più grande del mondo), dal manto candido e
dalla testa leggera ed elegante. Allevata originariamente in Valdichiana (da cui il nome) era utilizzata soprattutto
come razza da lavoro. A partire dal secondo dopoguerra, con la meccanizzazione dell’agricoltura, è stata quasi
completamente abbandonata fino a rischiare addirittura la scomparsa, proprio qui, nel territorio d’origine.
Soltanto la passione di qualche allevatore ha salvato questo importante patrimonio genetico, economico
e culturale. Rustica e adatta al pascolo, dalle stalle di pianura la Chianina si è poco per volta spostata
in montagna, passando dall’allevamento stanziale a quello brado e semi brado. Oggi la sua carne
è celebre in tutto il mondo (la sua fama è legata al mito gastronomico della “fiorentina”, ma anche per
questo è fondamentale distinguere la Chianina autentica dalle imitazioni e tutelarla). Gli aspetti più
interessanti della carne chianina, oltre la tenerezza e la succosità, sono l’elevato contenuto proteico (superiore
al 20%) e il basso contenuto di colesterolo (53 mg/100 gr di carne); l’apporto calorico massimo è
106 Kcal/100gr









Cinghiale - Sus scrofa Descrizione
E' il progenitore dei maiali domestici. E' coperto da una folta pelliccia setolosa generalmente bruno-grigiastra. Un adulto può raggiungere gli 80-90 cm di altezza al garrese, il peso varia dai 50 ai 180 Kg. Nei maschi sia gli incisivi superiori che quelli inferiori formano delle lunghe zanne ripiegate verso l'alto.

Difusione e Habitat
E' diffuso nella maggior parte dell'Europa e in Asia centrale e meridionale. I cinghiali attualmente presenti nel nostro paese sono il frutto di numerosi incroci con varie popolazioni dell'Europa nord-orientale immesse in Italia ascopo venatorio, più grandi e più prolifici dei cinghiali originariamentepresenti in Italia. Tra le Riserve di RomaNatura è presente solo a Decima- Malafede, con esemplari provenienti probabilmente dalla limitrofa Riserva di Castel Porziano.

Cosa mangia
E' onnivoro, si nutre di bacche, radici, tuberi, ghiande, faggiole, frutta, ma anche lumache, vermi e insetti, piccoli vertebrati, uova di uccelli che nidificano a terra e animali morti. Nelle aree agricole produce danni nei campi di cereali, legumi e patate.

Abitudini
E' attivo al crepuscolo e di notte. Vive in branchi guidati dalle femmine. Imaschi adulti sono solitari ad accezione dell'inverno, periodo in cui avvengono gli accoppiamenti.

Riproduzione
Le femmine partoriscono tra l'inizio della primavera e la fine dell'estate finoa 10-12 cuccioli che allattano per tre mesi.

Curiosità
cuccioli fino a sei mesi hanno un mantello rossastro con strie longitudinali giallastre.











tel - 339 7734919 OGGI | info@leplanaie.it

Torna ai contenuti | Torna al menu